Project Description

Quando è stato acquisito il terreno, sul posto esisteva già una bassa costruzione di circa 200 mq. Questo edificio, dopo averne alzate le pareti e rifatto il tetto, è diventato la nuova Chiesa di Kouba. Il pastore si chiama Joel e gli attuali membri sono una quindicina di bambini, figli degli abitanti del villaggio, tutti musulmani. Il culto, che sarebbe più opportuno chiamare “scuola domenicale”, si svolge solo la domenica mattina. I musulmani del luogo, spesso analfabeti, non sono radicali e permettono volentieri ai loro figli di partecipare al culto cristiano. Attraverso i bambini s’instaura un rapporto di fiducia col resto della famiglia. Qualche volta, dopo il culto, il pastore dà ai bambini dei generi alimentari da portare a casa.
Il nostro vicino è un musulmano molto gentile. Sorveglia la proprietà quando non c’è nessuno di noi. Sul terreno sono stati piantati molti eucalipti per dare un segnale alla gente che il terreno ha dei proprietari, ma anche per produrre la legna, usata per cucinare. L’eucalipto è una pianta molto rustica, ha bisogno di poca acqua e cresce rapidamente.