Centro Cristiano di Kouba

Chiesa di Kouba

Quando è stato acquisito il terreno, sul posto esisteva già una bassa costruzione di circa 200 mq. Questo edificio, dopo averne alzate le pareti e rifatto il tetto, è diventato la nuova Chiesa di Kouba. Il pastore si chiama Joel e gli attuali membri sono una quindicina di bambini, figli degli abitanti del villaggio, tutti musulmani. Il culto, che sarebbe più opportuno chiamare “scuola domenicale”, si svolge solo la domenica mattina. I musulmani del luogo, spesso analfabeti, non sono radicali e permettono volentieri ai loro figli di partecipare al culto cristiano. Attraverso i bambini s’instaura un rapporto di fiducia col resto della famiglia. Qualche volta, dopo il culto, il pastore dà ai bambini dei generi alimentari da portare a casa.
Il nostro vicino è un musulmano molto gentile. Sorveglia la proprietà quando non c’è nessuno di noi. Sul terreno sono stati piantati molti eucalipti per dare un segnale alla gente che il terreno ha dei proprietari, ma anche per produrre la legna, usata per cucinare. L’eucalipto è una pianta molto rustica, ha bisogno di poca acqua e cresce rapidamente.

Ultimazione Scuola di Kouba

Nel novembre 2016, durante la nostra ultima visita al Centro, la costruzione della  scuola era già a buon punto. In primavere 2017, nel periodo delle piogge, c’è stato un tornado che, mancando ancora il tetto, l’ha distrutta quasi completamente. Grazie alle offerte pervenute da credenti di tutta Italia, i lavori sono stati subito ripresi. Sono stati inseriti nuovi pilastri nei muri perimetrali ed è stato aggiunto un portico che nel progetto originale non era previsto. Nella primavera 2018 la scuola è stata ultimata ed è stata chiamata “Grazia divina”. Le attività didattiche inizieranno a fine settembre 2018.

Lo stato dei Lavori a Novembre del 2016.

In breve tempo i lavori riprendono…

Nell’Aprile del 2017 un uragano distrugge parte della struttura.

La scuola ultimata e pronta per accogliere gli alunni a fine settembre 2018

100%

Costruzione Pozzo Solare a Kouba

Per realizzare e far funzionare queste strutture in progetto è necessaria la realizzazione di un pozzo; non è semplice ed è molto costoso in quanto l’acqua si trova mediamente a 70/80 metri di profondità e per raggiungerla occorre perforare una quarantina di metri di roccia. Solitamente, per realizzarlo, devono intervenire tre squadre: la prima, per verificare l’esistenza di una falda acquifera e segnalare la posizione migliore per eseguire la perforazione; la seconda, per trivellare e inserire nel terreno un tubo del diametro di circa 12 cm.; la terza, per posare la pompa ad immersione, fare l’impianto idraulico e montare un serbatoio su una struttura metallica alta una decina di metri.
Abbiamo già un preventivo di circa diecimila euro che comprende anche l’installazione di un pannello fotovoltaico per alimentare elettricamente la pompa a costo zero.

0%

Costruzione Centro Medico di Kouba

Sulla proprietà del centro sorge un baobab secolare che le nostre persone a confronto sembrano formiche; per circondarlo tutto occorrono almeno quaranta persone che si tengano per mano. Nelle vicinanze di questo imponente albero sarà costruito il centro medico. Il progetto è già stato realizzato e quanto prima con l’aiuto di Dio, inizieremo i lavori.
È un’opera urgente perché nella zona non esiste alcuna struttura medica. La mortalità delle donne durante il parto è molto elevata e nei bambini fino a cinque anni supera il 50%.

0%

Asilo “Le flambeaux” di Shekinah

Questo asilo è stato realizzato nel cortile nella chiesa Shekinah Wend-ziiri ed è praticamente l’unico asilo del quartiere; i bambini che lo frequentano sono una trentina, figli degli abitanti del quartiere, quasi tutti musulmani. Anche questo è un potente mezzo d’evangelizzazione perché i bambini imparano le storie della Bibbia e le canzoni cristiane. Al momento non ci sono problemi di religione. Dopo le minacce e i primi contrasti avuti all’inizio di quest’opera, gli abitanti del quartiere hanno capito che vogliamo far loro del bene e ci danno fiducia. Béatrice, la moglie di François, è fra le maestre.

In ottobre 2017, la struttura di questo asilo è stata completamente rifatta. Essendo stato costruito dieci anni prima con metodi tradizionali (mattoni di fango e argilla), ora presentava segni di cedimento. Con le mutazioni climatiche che negli ultimi anni causavano molti problemi alle strutture costruite in modo tradizionale, il governo ha imposto nuove norme costruttive, fra cui l’utilizzo di mattoni fatti di sabbia e cemento. Dopo l’asilo, i bambini entrano nelle scuole evangeliche, anche queste molto apprezzate dai musulmani, e la loro conversione a Cristo è molto facilitata, quasi scontata. La costruzione delle scuole evangeliche è fra le priorità nei programmi delle Assemblee di Dio.

Ampliamento Chiesa Shekinah Wend-Ziiri

Inizialmente la Chiesa Shekinah Wend-Ziiri, tra la famiglia di François e alcuni collaboratori e amici, contava una trentina di membri Oggi, a distanza di 12 anni, i membri sono circa 450. Sullo stesso terreno sono stati costruiti anche l’asilo e un palco con tettoia per i culti all’aperto, che comprende anche la vasca battesimale. Nel 2014 è iniziata è iniziata la costruzione di un nuovo edificio di culto con duemila posti a sedere.

30%